“SAREBBE FACILE DIRE PREVENIRE. IN QUESTI MOMENTI, BISOGNA AIUTARE”. LUIGI IANNOTTA

25 novembre 2013

COMUNICATO STAMPA………………

27 ottobre 2013

I molti componenti che facevano parte della lista civica “Patto per Belluno”, che già si incontrarono nel mese di luglio,si sono ritrovati venerdì 25, con un numero di adesioni superiori al previsto, per una cena presso la pizzeria EXCALIBUR.
Essendoci resi conto che disperdere questo gruppo sarebbe stato un tradimento verso tutti quei Cittadini che ci hanno dato con il loro voto una grande fiducia si è quindi deciso unanimemente di restare uniti e presenti politicamente sul territorio Bellunese. Come già dichiarato, resta il nostro appoggio alla amministrazione guidata dal sindaco Jacopo Massaro. Chiediamo solo un rinnovato impegno ad un reale confronto con l’amministrazione e le altre componenti della maggioranza al fine di meglio definire i problemi della nostra collettività. Crediamo che il vero rinnovamento della nostra società passi attraverso l’impegno ed il coinvolgimento di tutti i cittadini di cui vogliamo rappresentare una, sia pure piccola, parte. Questo il nostro impegno.

Luigi Iannotta

Indipendenti per Belluno

Incontrati per parlare di una politica costruttiva per Belluno.

19 luglio 2013

Lettera al direttore

“Delle volte la casualità ,porta a fare gesti forti che possano aprire degli occhi appannati”.L.I.

1 marzo 2013


BELLUNO, 16.Febbraio 2013



E’ con un po’ di emozione che mi trovo a comunicare le mie dimissioni da Consigliere Comunale per la lista civica PATTO  per BELLUNO a partire dal 16  di  Febbraio.

Ho preso questa sofferta decisione perché adesso, per maggiori ed inderogabili impegni personali , non ho più le condizioni per poter esercitare il compito conferitomi con il dovuto impegno e con il tempo necessario. Proprio per il rispetto verso il ruolo istituzionale, nei confronti dei cittadini che hanno avuto fiducia in me e nel gruppo di cui sono appartenente, ritengo giusto rinunciare al ruolo di consigliere e permettere che altri possano svolgere al meglio questo importante compito. Credo che un buon Consigliere per svolgere al meglio il proprio compito debba necessariamente garantire un’assidua presenza sul territorio, ma proprio quest’ultima richiede una disponibilità e una flessibilità in orari e spostamenti che in questo momento faccio davvero molta fatica a garantire.
Inoltre il nostro gruppo crede nell’alternanza e nella ricchezza di un contributo da parte di tutti al lavoro di amministrazione della città. E’ per questo che mio desiderio   che il seggio non diventi il seggio di un Consigliere, ma che sia il seggio dei Cittadini.  Credo che questo sia il momento giusto per affidare questo importante compito a chi sicuramente potrà fare un lavoro migliore di quanto io sia riuscito a fare fino ad ora ed in ogni caso con una maggiore disponibilità.  Il nostro gruppo è formato da tanti Cittadini molto preparati, impegnati, responsabili e motivati e sono certo che chi mi sostituirà saprà fare un ottimo lavoro.

Ci tengo a sottolineare che l’esperienza che ho vissuto in Consiglio è stata estremamente positiva e mi ha insegnato molto. Io l’ho vissuta come un servizio civile che ho cercato di svolgere al meglio delle mie possibilità, costruttivamente, con impegno e responsabilità. Mi ha dato tantissimo, certamente più di quanto io possa avere dato a Belluno, e per questo credo che tutti i cittadini dovrebbero avere la possibilità di impegnarsi attivamente nell’amministrazione della città in cui vivono, nel sostegno ai propri Consiglieri, nella conoscenza dei problemi e nelle proposizioni per risolverli. Io mi sono reso conto di quanto sia difficile amministrare bene un Comune, di quanto richieda impegno e tempo.

Vorrei cogliere questa occasione per salutare tutta l’amministrazione, ringraziare tutti coloro che con i quali ho  collaborato  e augurare a tutti un buon lavoro. Inoltre ringrazio pubblicamente i gruppo del Patto per Belluno che mi hanno sempre sostenuto in tutta la mia attività. Un saluto speciale ed emozionato lo vorrei inviare a tutti i cittadini di Belluno, ringraziando coloro che mi hanno dato fiducia, mi hanno sostenuto ed aiutato nel mio compito. Vorrei poi esortare tutti, sopratutto in un momento così difficile, ad avere sempre fiducia in chi con impegno e sincerità li rappresenta nell’istituzione a loro più vicina, il Comune, perché lavorando insieme si possono davvero cambiare le cose e bisogna sempre crederci!

Cordialmente,
Luigi Iannotta

LA SANITA’ MALATA

6 dicembre 2012

Nuova bufera sulla sanità Bellunese con il ventilato trasferimento di reparti a Treviso.

Vien da chiedersi se i malati sono gli ammalati sofferenti da patologie varie e bisognosi di cure e interventi o se il malato grave che necessità di terapie d’urto è la sanità.

Tagli, chiusure e ridimensionamenti, oltre ai ticket, imposti dall’alto in ragione di cassa, mentre manca il criterio riferito al trattamento sanitario delle persone “i pazienti”, alle loro condizioni sociali e, non ultimo, la situazione logistica del nostro territorio provinciale.

Come al solito le fasce più deboli sono quelle che ne risentono maggiormente.Da sempre il Patto per Belluno sostiene la necessità dell’unione delle due ULSS Belluno e Feltre, per cui alla prossima riunione proporrò all’assemblea di promuovere una petizione popolare mediante raccolta di firme per chiedere l’unificazione.

Non me ne vogliano gli amici Feltrini ma è ora di fare squadra, perché solo l’unione fa la forza per avere un potere contrattuale e un peso decisionale.

Che la direzione generale si trovi a Belluno o Feltre penso non sia un problema, l’importante è avere un  grosso risparmio sulla spesa burocratica da utilizzare a favore di migliori prestazioni e servizi alla persona. 

Con tutto rispetto non sono le dirigenze a operare in gastroscopia, radioterapia o neurochirurgia, nè curare le dermatiti o le malattie infettive.

Infine si avrebbe una maggior concertazione e pianificazione sanitaria su tutta la Provincia, purtroppo commissariata.

Celeste  Balcon – Patto per Belluno